Leak test di pipelines mediante pig

ALARM – sistema di rilevamento e registrazione delle perdite


Il passaggio di liquidi inquinanti come idrocarburi, in tubazioni e gasdotti, rappresenta un rischio elevato per l’ambiente. Una perdita in questo tipo di tubazioni non solo comporta fuoriuscita di liquido, ma anche un danno non trascurabile all’ambiente.

Il metodo di verifica tradizionale per queste tubazioni consiste nell’utilizzo di dispositivi intelligenti. Nella maggior parte dei casi, essi individuano danneggiamenti dovuti a corrosione o crepe longitudinali ma non sono adatti per verificare la presenza di perdite



TÜV AUSTRIA in collaborazione con OMV AG,
ha sviluppato un sistema
per individuare e registrare perdite con metodo EA



Con il controllo con Emissione Acustica (EA) gli impulsi sonori provenienti dalle perdite sono rilevati e registrati da sensori elettrici. Dal momento che i suoni si attenuano man mano che ci si allontana dalla sorgente è difficile, costoso e talvolta impossibile registrare le emissioni acustiche attraverso sensori fissi. TÜV AUSTRIA applica con successo questo metodo tradizionale di verifica AE che include la cross-correlation con intervalli massimi di 600 fino a 800 metri. Ciononostante, lo sviluppo dell’Intelligent Pig che si muove con sensori all’interno della tubazione rappresenta l’unica vera e promettente alternativa. Il sistema ALARM è stato impiegato nella verifica di un numero significativo di tubazioni.



Vantaggi


  • Intelligent Pig è autosufficiente e non necessita di cavi di connessione e alimentazione. Il case è completo di sensori e i dispositivi per l’acquisizione, l’elaborazione e la memorizzazione dei dati.
  • Intelligent Pig avanza nel condotto, grazie all’ausilio di ruote, durante l’esercizio dell’impianto per una durata complessiva che va da 24 a 100 ore, in base alla dimensione della tubazione.
  • La verifica può essere effettuata in tutte le tubazioni che presentano un diametro compreso tra 100 mm e 450 mm (da 4″ a 18″).
  • Utilizzando un odometro, può essere raggiunta una precisione di localizzazione dello 0,5% della distanza tra i marcatori artificiali e naturali.
  • Possibilità di registrare i gradienti di temperatura e pressione su tutta la lunghezza del condotto.